Il Becco Nero: balcone su Rocca la Meja

INFO LINE 3351093033
O MODULO RICHIESTA A FONDO PAGINA

Cosa faremo? 
vi accompagnero' in una camminata emozionale, nella cornice del maestoso altopiano della Gardetta; punto forte della gita, la facile ascesa sulla cima del Becco Nero, che dai suoi 2629 metri ci offre un palco privilegiato per godere della strepitosa bellezza della dolomitica Rocca la Meja.
Scendendo, avremo modo di vedere i resti di parte delle opere e fortificazioni che nel passato servivano questo importante nodo strategico. Il laghetto della Meja farà da cornice alla nostra sosta pranzo (al sacco), e a seguire, con una breve salita, si aprirà ancora un insolito e scenografico punto di vista sulla Rocca. . .
Al termine, possibilità di "merenda sinoira" (apericena) presso il Rifugio Carbonetto. 

NUMERO MAX: 10 persone
PREZZO A PERSONA € 20
APERICENA (opzione) € 10

Da dove si parte, e a che ora?
il ritrovo è alle 08.30 in Piazza Renzo Spada, a Demonte. Da lì, ci organizzeremo con le macchine, rispettando le disposizioni sanitarie, per salire al colle di Valcavera, a circa 2400 metri, dove proseguiremo a piedi.

Quale è il livello di difficoltà?
facendo riferimento alla scala CAI, comunemente accettata, la gita presenta un grado E di difficolta', «itinerari che si svolgono sempre su sentieri, oppure su tracce di passaggio in terreno vario (pascoli, detriti, pietraie). Richiedono una certa esperienza e conoscenza del territorio montagnoso, allenamento alla camminata, calzature ed equipaggiamento adeguati»  

Come mi devo vestire?
è importante calzare scarpe o scarponi da trekking con suola scolpita e calzettoni adatti; avere con sé giacca a vento (o k-way), pile, cappellino con visiera o berretto, occhiali da sole. Indossare capi comodi e prevedere di vestirsi a “cipolla”, il meteo, in montagna, può variare frequentemente, con sbalzi termici anche importanti. Consigliabile evitare i jeans, si scaldano troppo al sole e rendono difficoltosi i movimenti, inoltre si inzuppano con la pioggia. Prevedere di portarsi una maglietta ed un paio di scarpe da lasciare in auto per il ritorno.

Cosa mi devo portare?
La dotazione indispensabile comprende uno zaino comodo e capiente, una borraccia per l'acqua, uno o più panini avvolti nell' alluminio, cibi energetici e di rapida assimilazione (es. barrette, frutta secca), medicinali individuali, 3 o 4 bustine tipo sacchetti del congelatore per riporre cellulari o macchine fotografiche in caso di pioggia.Può venire richiesto di dotarsi di una torcia per l'ingresso in siti poco illuminati sul percorso (es. fortificazioni, piccole grotte ecc.).

E in caso di maltempo, o altri problemi?
La guida ha la facoltà di determinare la rinuncia allo svolgimento dell'escursione, nei giorni che la precedono, al momento della partenza, o durante lo svolgimento, qualora ritenesse – a suo insindacabile giudizio - che non sussistano le condizioni (metereologiche, di problemi sul percorso) per garantire la sicurezza del gruppo accompagnato. Le quote versate verranno integralmente restituite.

Siamo assicurati, e chi ci accompagna è certificato?
Certo, durante l'escursione siamo coperti dalla mia polizza RC; io sono Guida escursionistica ambientale della Regione, e mi aggiorno continuamente, secondo i protocolli previsti dalla normativa vigente.



Richiedi informazioni
Se vuoi ricevere informazioni o partecipare, compila il form

Vai alla Pagina

Realizzato da Leonardo Web

Questo sito utilizza cookies per offrirti un'esperienza di navigazione migliore. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies. Maggiori informazioni.